Contro il gioco d'azzardo

Sindaci Uniti contro il Gioco d'Azzardo Libero e Indiscriminato.

I numeri del gioco d'azzardo

  • 80 miliardi di fatturato
  • 4% del PIL nazionale
  • 3° industria italiana
  • 8 miliardi di tasse
  • 12% della spesa delle famiglie italiane,
  • 15% del mercato europeo del gioco d’azzard
  • 4,4% del mercato mondiale
  • 400.000 slot-machine
  • 6.181 locali e agenzie autorizzate
  • 15 milioni di giocatori abituali
  • 2 milioni a rischio patologico
  • circa 800.000 i giocatori già patologici.
  • 5-6 miliardi l’anno necessari per curare i dipendenti dal gioco patologico.

L'Impatto del Gioco nella Quotidianità

Il gioco d’azzardo sottrae ore al lavoro, alla vita affettiva, al tempo libero, e produce sofferenza psicologica, di relazione, educativa, materiale, di aspettativa di futuro. Altera i presupposti morali e sociali degli Italiani sostituendo con l’azzardo i valori fondati sul lavoro, sulla fatica e sui talenti

Sono a rischio la serenità, i legami e la sicurezza di tante famiglie e delle nostre comunità.

Spesso intorno ai luoghi del gioco d’azzardo si organizza la microcriminalità dei furti, degli scippi e dell’usura, ma anche la criminalità organizzata. Il gioco d’azzardo lecito è materia statale, e i Sindaci non hanno alcun potere regolativo, ispettivo, autorizzativo.

Cosa Chiediamo

Il comune di Monastier di Treviso insieme agli altri comuni aderenti al manifesto chiedono:

Una nuova legge nazionale, fondata sulla riduzione dell’offerta e il contenimento dell’accesso, con un’adeguata informazione e un’attività di prevenzione e cura; 

Leggi regionali in cui siano esplicitati i compiti e gli impegni delle Regioni per la cura dei giocatori patologici, per la prevenzione dai rischi del gioco d’azzardo, per il sostegno alle azioni degli Enti locali.